Tab social
Spazio Soci
Facebook
 

La Banca

6 dicembre 1896: è questa la data fatidica che segna la nascita dell'allora "Cassa Rurale di Prestiti e Risparmio di Turriaco". Una data importante dalla quale parte una storia lunga un secolo, ricca di vicende e di vicissitudini che oggi sono ricordati con una serie d'iniziative. Nelle nostre terre è mons. Luigi Faidutti, professore al Seminario teologico di Gorizia, a promuovere quelle iniziative che avrebbero, nel volgere di alcuni anni, strappato i contadini e gli operai dalle mani degli usurai risollevandoli da un'insopportabile condizione di miseria. Si iniziò con una serie di "conferenze di propaganda" su tutto il territorio della Contea e il giorno 6 dicembre 1896 mons. Faidutti si recò a Turriaco per costituir e la Cassa Rurale. Da allora si è fatta tanta strada, che difficilmente si riesce a ripercorrere in poche righe.Quella di Turriaco fu la terza Cassa Rurale che si fondava in Friuli. Primo Presidente fu nominato il conte Francesco Folco e Segretario contabile rag. Rodolfo Clemente che conserverà questa mansione, con ampio merito, per oltre quarant'anni. Il 27 dicembre dello stesso anno si approvò lo statuto e il Regolamento interno. Nel 1907 si decide di munirsi di un Vessillo sociale e il 14 aprile dello stesso anno ha luogo la benedizione. Nel 1911, su un terreno donato dal Conte Folco, viene edificata la sede sociale.

Nel novembre dello stesso anno la Cassa Rurale apre il proprio ufficio in sede propria, dando in pari tempo ospitalità alle proprie consorelle: la Cooperativa di consumo, l'Assicurazione bovini e la Società Agricola Operaia Cattolica. Nell'assemblea del luglio 1914 è presente, per la prima volta il nuovo parroco don Eugenio Brandl, ma la seduta dell'ottobre 1914 è l'ultima prima della guerra e qui tutto s'interrompe. La successiva adunanza si terrà' il 26 giugno 1920. Si arriva presto all'adunanza generale straordinaria tenuta nel dicembre 1922 per solennizzare il 25° di fondazione.La gestione nel periodo tra le due guerre è la più difficile e viene svolta per molti anni dal curato don Eugenio Brandl.

Gli anni successivi sono caratterizzati da un notevole sviluppo dell'attività e dall'affermazione della stessa Cassa Rurale oltre i confini comunali. All'opera di Don Eugenio Brandl segue l'instancabile e prezioso lavoro di Aurelio Olivo, recentemente scomparso, e del Direttore Roberto Bernardis.

La Cassa Rurale diventa Banca di Credito Cooperativo ed apre la sua prima filiale nel comune di Fogliano Redipuglia (il 15 aprile del 1991) e successivamente il secondo sportello a Ronchi dei Legionari (6 dicembre 2003). Nello stesso hanno viene aperta anche l'agenzia Assicurativa della Banca.

Anno dopo anno, con intensa attività, si arriva ai giorni nostri dove la cronaca diventa attualità fino a festeggiare, il 6 dicembre del 2006, i 110 anni di fondazione.